L’estate è qui: gambe perfette con una depilazione ad hoc

L’estate è qui: gambe perfette con una depilazione ad hoc

Nella bella stagione, l’imperativo è scoprire le gambe, protagoniste di primo piano durante la stagione calda – grazie alla moda che suggerisce shorts, abitini corti, bermuda – ma si devono valorizzare, rendendole levigate e morbide come seta.

Esistono diversi metodi per una perfetta depilazione e la scelta dipende soprattutto dal tipo di epidermide da trattare, ma anche dal tempo a disposizione e dal risultato che si desidera ottenere.

Principalmente i metodi più usati sono la ceretta, la crema depilatoria e il rasoio. Ognuno di loro ha caratteristiche diverse e modalità differenti di utilizzo.

Innanzitutto, però, la pelle va sempre preparata, affinché la depilazione dia il miglior risultato e quindi è bene procedere, il giorno prima, ad un accurato scrub che, con la sua azione esfoliante, liberi la pelle dallo strato più ispessito, liberando così anche i peli che verranno asportati più facilmente.

Il rasoio

Si tratta del modo più semplice e a portata di mano; in commercio, nella grande distribuzione se ne trovano di diverse tipologie, alcuni anche con le testine arricchite di sostanze emollienti che vengono rilasciate durante l’uso, per non irritare le pelli più delicate. Poiché si tratta di prodotti usa e getta, le industrie si sono ingegnate a produrre confezioni più sostenibili, in cui solo la testina si cambia, mantenendo il manico, con una decisa riduzione dell’uso di plastica. L’indubbia praticità e facilità d’uso si unisce però ad una durata molto breve della depilazione – in genere un paio di giorni – ed è quindi una soluzione che può essere valida in accoppiata con altre più durature o per una ritocco veloce. Ma nulla vieta, ovviamente, di adottare il rasoio come metodo preferito per chi predilige una soluzione rapida e tutto sommato economica. Questo aspetto non è trascurabile, oltre all’estrema facilità di reperibilità: in ogni supermercato o anche minimarket di una sperduta località turistica, si trovano in vendita confezioni da 4 o 5 pezzi a poco più di 4 euro. Utilissimi quindi soprattutto da portare in vacanza, quando non si vuole perdere molto tempo e si necessita di un ritocco veloce.

Ed è da sfatare la credenza che la depilazione con il rasoio faccia crescere i peli più duri e più resistenti: si tratta di un’impressione dovuta al fatto che il pelo cresce perpendicolarmente e sembra dunque, al tatto, più ispido; in realtà, la ricrescita è esattamente uguale con tutti i metodi.

. L’estate è qui: gambe perfette con una depilazione ad hoc - 18 Giugno 2023

La crema depilatoria

Anche la crema depilatoria è un metodo facilmente accessibile e semplice, sia per rimuovere la peluria da ampie zone come gambe e braccia, sia per le zone più delicate come ascelle o la “zona bikini”. Questo prodotto agisce “scomponendo” la cheratina, cioè la struttura proteica dei peli. Ne assottiglia e dissolve la base fino al punto in cui risulta molto facile da rompere, nel momento in cui si va a rimuovere. Ecco perché l’applicazione della crema depilatoria ha un tempo di posa – per l’utilizzo sono sempre da seguire le istruzioni riportate sulla confezione – che va rispettato, pena una depilazione non perfettamente riuscita. L’uso della crema è pratico e indolore, tuttavia in caso di pelli particolarmente sensibili o soggette ad allergie, è sempre bene effettuare un test su una piccola porzione di pelle non visibile ed attendere almeno 48 ore prima di procedere alla depilazione vera e propria, per essere sicuri di come la pelle reagirà al prodotto. E’ vero che, anche in questo campo, la ricerca cosmetologica ha fatto molti progressi ed in commercio molti sono i prodotti arricchiti da principi naturali dalle proprietà emollienti ed addolcenti, come il miele, l’aloe vera, per citarne solo alcuni. Tuttavia, è sempre meglio non rischiare e, nel caso, rivolgersi ad un dermatologo per chiedere un consiglio professionale. Come nel caso dei rasoi, la crema depilatoria è un prodotto facilmente reperibile, sia presso la grande distribuzione che presso le profumerie e anche le farmacie. Per agevolarne l’utilizzo, si trovano in commercio, oltre alla classica confezione in tubo, anche pratici dispenser, che permettono meno spreco di prodotto. Si tratta di un prodotto piuttosto economico, il cui costo varia dai sei ai dieci euro, anche se il prezzo può salire anche parecchio (40/50 euro) se si necessita di un prodotto caratterizzato da componenti che lo rendono adatto ad un’epidermide particolarmente sensibile o allergica ad alcuni componenti e va quindi acquistato su consiglio del dermatologo. Tuttavia, questi sono casi molto rari, perché i prodotti in commercio sono frutto di una ricerca costante che mira a renderli efficaci e anallergici per ogni tipo di pelle.

Nel caso della depilazione tramite crema, la durata dipende molto dalla velocità di crescita del pelo, ma un buon risultato rimane per una settimana circa. Tuttavia, anche se la crema agisce anche sui peli più corti, è consigliato non abusarne ed attendere almeno 72 ore tra un’applicazione e l’altra.

Un’avvertenza importante, valida sia che si usi il rasoio che la crema depilatoria: dopo la depilazione, applicare una buona dose di crema lenitiva e idratante, che ripristini il film idrolipidico dell’epidermide. In questo modo, si eviteranno rossori e pruriti e le gambe appariranno subito morbide e levigate.

La ceretta

La ceretta è di gran lunga il metodo più duraturo, poiché consiste nell’asportazione sia del pelo sia del bulbo pilifero, e ciò consente una ricrescita più lenta e graduale.

Anche se in commercio esistono kit per la ceretta “fai da te”, il consiglio è sempre quello di rivolgersi sempre ad un ottimo centro estetico di fiducia, sia perché la depilazione a caldo, se non si è esperte, potrebbe anche essere pericolosa, ma soprattutto perché le attrezzature di un centro estetico sono le più adatte ad assicurare il miglior risultato in tutta sicurezza, visto che le cere utilizzate – parliamo di centri seri ed aggiornati – sono di nuova generazione, addizionate di ingredienti addolcenti e, soprattutto, i dispositivi utilizzati consentono di mantenere la giusta temperatura della cera: quella che consente di eseguire un ottimo lavoro, catturando anche i peli più corti e nascosti, tenendo sotto controllo la temperatura del prodotto, che non deve mai essere troppo elevata, per non causare irritazioni o, peggio, scottature.

Anche in questo caso, un paio di giorni prima dell’appuntamento dall’estetista, sarebbe bene effettuare un leggero scrub sulle gambe, meglio se utilizzando un guanto di crine, per aiutare a sollevare bene i peli; immediatamente prima, invece, detergere la cute senza però usare creme che possano creare sulla pelle un film che impedisca alla ceretta di aderire perfettamente. In caso di sudore, un velo di borotalco, sarà perfetto per asciugare e permettere la perfetta stesura della ceretta.

I “pro” della ceretta: una durata ed efficacia decisamente superiore ai metodi fin qui elencati – mediamente dura dalle tre alle quattro settimane – e un effetto nel lungo periodo, infatti, nel tempo, i peli trattati sempre con la ceretta perdono forza e tendono a crescere meno.

Normalmente, in un buon istituto, subito dopo la ceretta, viene effettuato un leggero massaggio sulle parti trattate con oli o creme calmanti ed emollienti, per ridurre il leggero rossore provocato dal calore e dallo strappo.

Il costo di una seduta per una ceretta completa alle gambe, in un buon istituto, si aggira intorno ai 40 euro, che è una spesa molto ragionevole se si considera la durata del trattamento, il fatto che sia eseguito da professionisti e che dà una resa nettamente superiore ai metodi fin qui trattati.

Tuttavia, c’è chi deve fare molta attenzione o addirittura evitare di sottoporsi alla ceretta, sia pure eseguita da mani esperte. Chi soffre di fragilità capillare, insufficienza venosa e vene varicose dovrebbe astenersi, poiché la ceretta è davvero controindicata per chi soffre di problemi circolatori.

. L’estate è qui: gambe perfette con una depilazione ad hoc - 18 Giugno 2023

L’epilazione laser

Un discorso a parte merita la tecnica dell’epilazione laser. Qui non si parla più di depilazione, più o meno duratura, ma di un vero e proprio trattamento estetico che mira alla completa eliminazione della peluria sul corpo.

A differenza delle classiche tecniche di depilazione, che rimuovono solo la parte apicale del pelo, l’epilazione laser consente di asportarlo nella sua interezza, bulbo pilifero compreso.
Il principio con cui funziona è quello fisico della luce: il laser emette un fascio di onde unidirezionali e monocromatiche, a una frequenza tale da colpire selettivamente la melanina contenuta nei peli di colore scuro sulla carnagione chiara, surriscaldandoli e denaturandone le strutture vitali, in particolare il bulbo. Se l’intervento è eseguito correttamente, la pelle intorno al follicolo rimane inalterata.

Nell’epilazione laser, quindi, il pelo non è strappato, ma la fototermolisi (ossia l’energia luminosa che si trasforma in calore) provoca la distruzione del bulbo e delle cellule che lo rigenerano, consentendo di ottenere risultati duraturi.
L’epilazione laser presenta una serie di vantaggi: oltre ad essere indolore, infatti, favorisce una riduzione della quantità e del diametro dei peli, nonché una ricrescita lenta, se non addirittura inesistente, grazie all’eliminazione del bulbo pilifero.
Via via che si eseguono i trattamenti, infatti, i peli ricrescono meno velocemente (da 4 settimane all’inizio, a diversi mesi in seguito) e sempre più sottili.

Stiamo parlando di un trattamento, che si avvale di strumentazioni che le aziende produttrici stanno rendendo sempre più efficaci e sofisticate, infatti nel tempo la ricerca e l’industria cosmetica hanno messo a punto macchinari all’avanguardia, ad alto tasso di tecnologia. E’ quindi ovvio che debba essere eseguito presso centri specializzati, da medici estetici o da personale appositamente formato, che abbiano una perfetta padronanza delle strumentazioni che devono utilizzare e che possano consigliare al meglio il cliente che si rivolge loro per un trattamento. L’epilazione laser, come si è detto, mira alla definitiva eliminazione della peluria – può anche essere curativa di alcune forme di squilibri ormonali che provocano un eccesso di peluria in alcune parti del corpo – ed è intuitivo quindi che di tratti di un intervento estemporaneo ma di un vero e proprio percorso da programmare, insieme agli esperti. Il tempo necessario a raggiungere il risultato auspicato dipende dal tipo di peluria che si va a trattare, dal dispositivo utilizzato e naturalmente dalla perizia dell’operatore, che saprà valutare la frequenza delle sedute, in base ai risultati che man mano si raggiungono. E, cosa non meno importante, saprà seguire il cliente nella preparazione pre e post seduta, fornendo i prodotti giusti da utilizzare, per ottimizzare l’esito del risultato. Dunque, si parla di un investimento vero e proprio – ogni seduta può costare sui 200/250 euro – duraturo nel tempo, che consente di raggiungere una perfetta riuscita: le sedute saranno dapprima ogni 4 settimane circa, poi, a seconda della reazione delle zone trattate, si andranno diradando, fino ad arrivare ad una o due volte l’anno, solo per un controllo ed un eventuale trattamento di qualche zona particolarmente refrattaria. E’ importante ribadire il consiglio di rivolgersi a professionisti seri, perché, nonostante il grande progresso tecnologico e la ricerca fatta per migliorare i macchinari, l’epilazione laser non è per tutti: non è adatta a chi ha peli troppo bianchi o rossi o troppo sottili. E’ necessario quindi un colloquio preliminare con un medico esperto che sappia suggerire la giusta strada da percorrere.

 

 / 

Accedi

Invia Messaggio

I miei Preferiti